Cura

Rose di Natale, rose d'inverno (ibridi di elleboro) e varietà a fioritura primaverile (Helleborus x hybridus) daranno ottimi risultati senza bisogno di molte cure, a condizione di trovarsi nella posizione adatta. Una volta messi a dimora, infatti, gli ellebori detestano essere nuovamente trapiantati. Se possibile, si consiglia inoltre di evitare di lavorare eccessivamente il terreno e di non rimuovere le foglie cadute dagli alberi circostanti. Queste formeranno infatti sul terreno uno strato protettivo per il periodo invernale (lettiera). Questa pratica permette inoltre di migliorare la qualità del terreno. In alternativa, è possibile coprire il terreno con un pacciame di corteccia. Per la concimazione organica, si consigliano cornunghia e compost. È invece importante rimuovere le foglie di elleboro vecchie o diventate marroni. 

Nel caso delle varietà a fioritura primaverile piantate in piena terra, si consiglia di rimuovere le foglie prima che le piante fioriscano, solitamente a dicembre e gennaio. Il momento migliore per effettuare quest'operazione è quando i nuovi germogli (boccioli) hanno raggiunto un'altezza di circa 10 cm. Non è invece necessario ripulire la pianta. I fiori infatti non muoiono del tutto, ma cambiano gradatamente colore, passando dal rosa ad una sfumatura più verde, e continuano quindi ad essere decorativi per un lungo periodo. Sarà invece importante rimuovere la capsula che contiene i semi prima che questa si apra. Le progenie, infatti, non producono fioriture abbondanti e col passare del tempo finirebbero per soffocare la pianta madre. 

Rose di Natale e d'inverno possono anche essere piantate in vaso, a condizione che questo abbia pareti sufficientemente spesse. Il terriccio e le radici sono così protetti dal freddo e non gelano facilmente. Si consiglia inoltre di scegliere contenitori capaci di resistere al gelo. 

Assicurare un suffciente approvvigionamento idrico nel primo periodo dopo la messa a dimora. Anche per gli ellebori piantati in vasi e contenitori è importante evitare che il terriccio si asciughi completamente. Altrettanto da evitare sono i ristagni d'acqua. 

HGC® Jubelio℗